Notizie dal Principato

AVVICENDAMENTO DEGLI AMBASCIATORI

In ottobre è arrivato il nuovo Ambasciatore italiano nel Principato. Si chiama Giulio Alaimo  ed  in seguito ha presentato le Lettere credenziali al Principe Alberto II. L’incontro ha avuto luogo nel corso di una significativa cerimonia alla quale ha fatto seguito un colloquio privato fra il Sovrano e il diplomatico italiano. Naturalmente sono stati evidenziati gli eccellenti rapporti di collaborazione esistenti fra i due Paesi e le prospettive di un rafforzamento ulteriore.  Alaimo ha poi incontrato, sempre alla presenza del Principe Alberto, il Ministro di Stato Pierre Dartout e gli altri Ministri della compagine governativa monegasca. L’ambasciatore precedente, Cristiano Gallo, è stato nominato ambasciatore in Angola.  Da questa sede gli facciamo tanti auguri. Ricordiamo che il mandato di ogni ambasciatore è a termine, di regola mutano ogni quattro anni.  Gallo ha operato molto bene ed ha svolto la sua funzione sempre in contatto con la operosa comunità italiana presente, più di  8.000 persone,  il 20% della popolazione residente. Oltre a questi ci sono anche  gli oltre 3.000 frontalieri.

Cristiano Gallo, precedente Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco. Foto© Giornale Diplomatico.

Il nuovo ambasciatore prima di arrivare a Monaco era console generale a Zurigo dove ha operato efficacemente in una realtà molto complessa. Gli italiani  a Zurigo sono oltre 50.000, dove  vi sono  pure tante realtà. Ne elenchiamo alcune oltre naturalmente al Consolato Generale di Zurigo che ha competenza per tutta la Svizzera di lingua tedesca e il Liechtenstein.

L’Ambasciatore Giulio Alaimo con il principe Alberto II.
Foto© Montecarlonews.it

Associazione svizzera per i rapporti economici e culturali con l’Italia; Camera di Commercio Italiana per la Svizzera (che esiste dal lontano 1909 e svolge un lavoro molto importante per lo sviluppo degli affari fra Italia e Svizzera);  Cattedra de Sanctis del Politecnico federale di Zurigo; Comites; IIC  (Istituto italiano di cultura di Zurigo); Pro Grigioni Italiano; Pro Ticino di Zurigo; Seminario di Romanistica dell’Università di Zurigo; Società Dante Alighieri. Iniziativa culturale recente patrocinato da Consolato Generale e Comites, il 28 ottobre : “Le donne e la politica”, incontro-intervista con la Consigliera agli Stati (componente del Senato svizzero) Marina Carobbio, a cura della giornalista RSI (Radio TV della Svizzera Italiana)  Lida De Bernardi.

CURIOSITÀ / RICORDO INDELEBILE DI MARADONA

A Hollywood esiste una Walk of Fame, mentre a Monaco c’è la The Champions Promenade, situata al Grimaldi Forum, in Boulevard Princesse Grace. Sono simili, solo che la seconda è più piccola, essendo, ovviamente, proporzionale al Paese. Ed è dedicata allo sport, principalmente ai calciatori. Ma forse è un fatto poco conosciuto che il primo ad avere immortalato le sue impronte, il 26 agosto 2003 è stato proprio El Pibe de oro, Diego Armando Maradona, recentemente scomparso. È una ragione di più, soprattutto per gli amanti del calcio e gli ammiratori del leggendario giocatore, di visitare il Principato di Monaco.

Le impronte dei piedi di Maradona sulla Champion’ Promenade. Foto© Liamar Multimedia.

CELEBRAZIONE DI ALBERTO I,  antenato  illustre di Albert II

Alberto I è l’illustre antenato di Alberto secondo. Nato nel 1848, è diventato principe regnante alla morte del padre, Carlo III, colui che fondò Monte-Carlo. Fu un personaggio di grande spessore, chiamato anche, Prince savant e Prince navigateur. Per avere un’idea delle cose straordinarie che ha intrapreso per le scienze del mare, potete fare una visita al bellissimo Musée Océanographique di Monaco, dove diversi spazi gi son dedicati. Non solo, ma molti dei reperti presenti nel Museo sono opera sua, frutto di tante spedizioni scientifiche di cui è stato protagonista. Ed anche nel mio libro, “Monaco, il Principato, par la grâce de Dieu” trovate molte notizie su questo straordinario Monarca, per il quale ho una grande ammirazione.

Alberto I. Foto© Wikimedia Commons.

Regnò fino alla sua morte avvenuta nel 1922. Durante il suo regno successero tante cose, una delle più significative fu il fatto che il Principato di Monaco diventò una monarchia costituzionale, con una Costituzione e un Parlamento.

Nell’autunno 2020 nel Principato è già stato istituito un comitato per celebrare e ricordare il centenario della sua morte.

Cartina di Monaco all’inizio de secolo. Foto© Liamar Multimedia.

CORONAVIRUS

Anche a Monaco l’epidemia ha colpito, ma il Principato si è organizzare per limitare i danni ai suoi cittadini e lavoratori. L’attività economica ne ha risentito e i grandi alberghi sono rimasti tristemente vuoti ed hanno fatto ricorso ad una specie di cassa integrazione, cosa inedita. Ricordiamo che il Principato non ha debiti come gli altri Stati e fa fronte agli impegni scaturiti dall’epidemia con mezzi propri. Il mercato immobiliare, per abitazioni, tiene. Tutto lo lo Stato e le istituzioni si preparano con nuovi investimenti alla ripresa, quando verrà… Speriamo presto!

Il Principato di Monaco. Foto© France Bleu.

2 pensieri riguardo “Notizie dal Principato”

  1. Buonasera !
    Come si fa ad essere aggiornati sull’ uscita dei Vs. articoli ?
    Occorre iscriversi in una mail – list ?
    Con osservanza .
    Nevio Prelle
    Torino

    1. Gentilissimo Nevio, basta iscriversi alla nostra newsletter, cliccando su “Iscriviti” sulla pagina principale del blog. Cari saluti, Mauro.

Rispondi a Mauro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.